PERCHÉ E COME

INTRODUZIONE

CO-EVOLVE è stato ideato per favorire l'emergere di politiche e iniziative atte a promuovere lo sviluppo sostenibile e responsabile del turismo costiero e marittimo, mediante l’applicazione dei principi della Gestione Integrata delle Zone Costiere (GIZC / ICZM) e della Pianificazione dello Spazio Marittimo (PSM /MSP), che prendono in considerazione tutte le principali sfide connesse alla sostenibilità del turismo (ad esempio, la stagionalità della domanda, i trasporti, l'uso sostenibile delle risorse, la prosperità della comunità e la qualità di vita, e la conservazione delle risorse naturali e culturali). 

Questo approccio contribuisce all'attuazione pratica di strumenti politici e iniziative pertinenti a diverse scale (internazionale, UE, nazionale e regionale), come, ad esempio, il protocollo GIZC della convenzione di Barcellona, la Strategia Mediterranea per lo Sviluppo Sostenibile (MSSD), la Comunicazione dell'UE sul Turismo Costiero e Marittimo COM (2014) 86 finale, le direttive UE (Direttiva Quadro sulle Acque, Direttiva Quadro sulla Strategia Marittima, Direttiva sulla Pianificazione dello Spazio Marittimo, Direttiva Uccelli e Habitat e Direttiva Alluvioni), Horizon 2020, l'iniziativa BLUEMED sulla Crescita Blu nel Mediterraneo, il Piano d'Azione EUSAIR, il Piano d'Azione Comune  della Carta di Bologna, le strategie regionali emergenti in materia di bacini marittimi nonché le Strategie/Iniziative Macroregionali per l'Area Mediterranea, con particolare riferimento alla discussione sull'iniziativa WestMed, l’Iniziativa per lo sviluppo sostenibile dell'economia blu nella regione del Mediterraneo occidentale, e i lavori dell'Unione per il Mediterraneo sull'Economia Blu. 

 

SCOPO GENERALE DEL PROGETTO

CO-EVOLVE mira ad analizzare e promuovere la coevoluzione delle attività umane e dei sistemi naturali nelle aree costiere turistiche, affrontando gli effetti dovuti ai cambiamenti climatici e consentendo lo sviluppo sostenibile delle attività turistiche, in coesistenza e sinergia con altri usi dello spazio costiero e marino e risorse, sulla base dei principi di ICZM/ MSP. 

Tali sfide territoriali affrontate dal progetto sono comuni a tutte le aree e bacini costieri MED e sono pienamente coerenti con l'Obiettivo Specifico 3.1: "migliorare lo sviluppo delle politiche e aumentare il coordinamento delle strategie tra territori a livello interregionale e transnazionale per quanto riguarda lo sviluppo sostenibile e responsabile del turismo costiero e marittimo, in linea con i principi ICZM e MSP, attraverso la cooperazione e la pianificazione comune". 

L'attuale panorama politico (ad esempio la Direttiva 2014/89/ UE, Protocollo ICZM, COM (2014) 86 finale) va esattamente in questa direzione, i risultati e le best practice sono già disponibili, ma l'applicazione piena e concreta dei principi ICZM/ MSP alle aree costiere è ancora percepito come un fattore abilitante chiave su cui lavorare per assicurarne lo sviluppo sostenibile. In effetti, gli approcci settoriali che non contemplano un approccio ampio che abbraccia l’intero ecosistema rischiano di produrre risultati insostenibili nel medio-lungo termine.  

Attraverso questo approccio tutte le principali sfide per la sostenibilità del turismo dell'UE (ad esempio stagionalità della domanda, trasporti, riduzione dell'uso delle risorse, prosperità della comunità e qualità della vita, conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale) sono affrontate e prese in considerazione a livello MED e all'interno di piani d'azione più specifici su aree pilota rappresentative. 

In particolare, il progetto risponde a tutte le esigenze selezionate per SO 3.1: elevate risorse culturali e ambientali minacciate dalle attività umane; forte pressione delle attività turistiche e dell'urbanizzazione; crescente pressione sulle risorse naturali derivante dalla combinazione di attività umane e cambiamenti ambientali (in particolare i cambiamenti climatici); maggiore pressione sulle risorse idriche. 

OBIETTIVI PRINCIPALI DI CO-EVOLVE